Ricette

Alcune ricette di “La Stalla”

Questa sezione è dedicata a tutti coloro che vogliano provare a proporre a casa alcuni tra i piatti della nostra cucina…

La torta al testo
1 kg di farina bianca
½ l di acqua
½ bicchiere d’olio
1 manciata di parmigiano
2 bustine di lievito

Impastare velocemente tutti gli ingredienti e formare 4 focacce. Cuocere su una piastra di ghisa da ambo i lati.

 

L’impastoiata
1 cipolla di medie dimensioni
origano e maggiorana
250 g di fagioli borlotti lessati
passata di pomodoro
½ l  di acqua
Farina di polenta
Olio, sale.

Soffriggere in una casseruola la cipolla con l’origano e la maggiorana; quando tutto è ben rosolato aggiungere i fagioli, l’acqua e la passata, far bollire per mezz’ora e infine versare la polenta mescolando costantemente fino al raggiungimento di una consistenza densa. Salare a piacimento.

L’impastoiata viene solitamente servita calda (come primo piatto) ma, fatta freddare e tagliata a fette, si presta benissimo anche come antipasto.

 

I bigoli
½ kg di ricotta
800 g di spinaci lessi
2 uova intere
5 cucchiai di parmigiano
5 cucchiai di farina
1 manciata di sale
noce moscata

Strizzare gli spinaci ed aggiungere tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere un impasto uniforme; lasciare riposare in frigo per qualche ora. Lavorare l’impasto fino ad ottenere dei grossi gnocchi bislunghi. Lessare in abbondante acqua salata. Servire con burro e salvia.

 

Gli strangozzi olive e capperi
Olive verdi e nere denocciolate
Capperi
Prezzemolo, aglio
Pane grattugiato fatto con pane essiccato in casa

Frullare assieme olive, capperi, prezzemolo e aglio, aggiungere poi al frullato il pane grattugiato. Un buon preparato ha un colore verde scuro, attenzione quindi nel non eccedere con il pane grattugiato.

Per il sugo:
olio, aglio, peperoncino, passata di pomodoro.

Soffriggere l’aglio e il peperoncino fino a rosolatura, aggiungere poi la passata e far cuocere fino a che il tutto non sia ben asciutto.

Cuocere la pasta, scolarla e mescolarvi il sugo con il preparato, impiattare e servire.

 

Le patate alla brace
Accendere il focolare e attendere che ci siano brace e cenere.

Stendere ordinatamente le patate intere in un angolo del camino separato dal fuoco e cospargerle con la cenere calda mista alla brace fino a ricoprirle completamente. Dopo circa 25 minuti smuovere le patate e cospargerle di nuovo con della nuova cenere calda e brace. Ripetere l’operazione una terza volta. Le patate sono cotte quando sono morbide al tatto. Mediamente il tempo totale di cottura per 1 o 2 kg di patate va da 60 a 80 minuti circa.

 

Il dolce tipico
½ l di latte
250 g di pane secco
80 g di burro
100 g di zucchero
100 g di uvetta e 25 g di pinoli
1 pera
1 mela
1 pizzico di cannella
2 uova intere

Mettere il pane a bagno nel latte tiepido. A parte sbattere assieme le uova, lo zucchero e il burro; frullare il pane, unire il tutto e ed aggiungere la cannella, l’uvetta e la frutta tagliata a pezzetti.

Stendere su una teglia bassa, cospargere di pinoli ed infornare a 180ºC per 40/50 minuti. Si consiglia di mangiarlo ancora tiepido.

 

I tozzetti
6 uova
200 g di burro o di strutto
600 g di zucchero
1 limone
2 bicchierini di anice
½ bicchiere di semi di anice
2 vaniglie
1 kg di mandorle
1 kg di farina
1 bustina di lievito

Impastare tutti gli ingredienti dando la forma di un salame e infornare. Una volta cotto e raffreddato, tagliare a fette e rimettere in forno a 120ºC per non più di 10 minuti. Si accompagnano benissimo con i vini dolci o liquorosi.